Riccardo Moro
Home ENGLISH - HOME
Politiche dello sviluppo
  Programma
  Testi e documenti corso da 6 CFU
  Date appelli
Seminari
cms

Politiche dello sviluppo  » Programma
Programma

POLITICHE DELLO SVILUPPO                       

Docente:  Riccardo Moro

 


Obiettivi

Il corso intende offrire da un lato una conoscenza di base del dibattito sullo sviluppo, con particolare riguardo allo sviluppo umano e alla sostenibilità.  In secondo luogo mira a fornire le competenze necessarie per comprendere  e analizzare criticamente i percorsi di elaborazione di politiche di sviluppo a livello nazionale e locale. Il corso darà infine anche una preparazione riguardo le principali tematiche legate alla global governance e alle interdipendenze tra politiche nazionali e azioni dei diversi attori internazionali.

 

L’esame consta di una prova scritta e di una orale. Nella prima (che non riceve valutazione quantitativa) il candidato dovrà effettuare una valutazione critica di un documento di programmazione politica di una istituzinoe pubblica (ad es. PRSP), dimostrando una conoscenza adeguata dei vincoli principali delle politiche settoriali, dei collegamenti tra dimensione locale e globale, dei processi di partecipazione e dei criteri di monitoraggio e valutazione. Nella prova orale (che riceverà la valutazione in trentesimi), oltre alla discussione dell'elaborato della prova scritta, lo studente dovrà dimostrare conoscenza adeguata del  dibattito attuale sullo sviluppo, dei principali nodi della global governance e del finanziamento dello sviluppo. 

Gli studenti che non frequentano sono invitati a contattare il docente per concordare testi e materiali per la preparazione dell’esame. 




 

Programma

 

I Modulo – L’evoluzione del concetto di sviluppo

1. Il concetto di sviluppo tra equivocabilità e ideologia.

a.     L’affermazione dell’idea di sviluppo.  Sviluppo economico e crescita. La tentazione di leggere lo sviluppo secondo ‘modelli’ e ‘sentieri’ unidirezionali.

b.     Un approccio non ideologico: lo sviluppo umano.  L’indice di sviluppo umano.

c.     Lo sviluppo sostenibile. Il rapporto Bruntland e l’impronta ecologica

d.     Sviluppo e valori, obiettivi della politica e domanda di senso

 

2. I titolari della politica

a.     Gli attori della politica. Cittadini e istituzioni.

                           i.   Società civile, movimenti politici e sindacali.

                           ii.  Municipalità, autorità locali istituzionali e tradizionali.

                           iii. Autorità nazionali – governi e parlamenti nel Nord e nel Sud.

                           iv. Istituzioni internazionali multilaterali mondiali e regionali

b.     Strumenti di governance interna ed esterna nelle istituzioni finanziarie internazionale

 

3. Le politiche per lo sviluppo negli ultimi 60 anni.

a.     La ricostruzione europea, le politiche della domanda e il ruolo della Banca Mondiale. I primi interventi nel Sud del mondo.

b.     Gli anni ’70, le crisi petrolifere e il debito internazionale.

c.     La crisi del debito e le politiche di aggiustamento strutturale tra gli anni ’80 e la prima metà degli anni ’90.

d.     Il Giubileo e la nascita delle strategie di riduzione della povertà. La cancellazione del debito e gli Obbiettivi di Sviluppo del Millennio. Il ruolo della società civile.

e.     Il dibattito sul Beyond 2015.

 

f.      Approfondimento: 

                           i.    I programmi di aggiustamento strutturale  - ESAF e Policy Framework Paper

                           ii.   L’iniziativa HIPC

                                               iii.  I Poverty Reduction Strategy Paper (PRSP)

 

 

II Modulo – L’elaborazione delle politiche

4. Un quadro globale: gli otto MDG

5. L’elaborazione delle politiche

                           a.   La lettura del contesto

                                   b.   l coinvolgimento di tutti gli attori

                                   c.   La scelta degli obiettivi e degli strumenti

                                   d.   Le modalità di monitoraggio e valutazione.

 

6. Gli ambiti delle politiche

a.      Agricoltura, ambiente, energia.

b.      Urbanistica e gestione del territorio

c.      Acqua e sistemi igienico sanitari.

d.      Sanità.

e.      Istruzione.

f.       Credito e tessuto sociale.

g.      Economia e finanza.

h.      Giustizia, governance interna,  lotta alla corruzione e alla criminalità.

i.       Sicurezza.

j.       Beni pubblici globali.


 

III Modulo – Il finanziamento dello sviluppo

7. L’indebitamento

a.      HIPC

b.      Conversioni del debito

c.      Illegittimità

d.      Responsible and sustainable lending

 

8. Aiuti, fiscalità e strumenti innovativi

a.      ODA, Dimensioni e trend (contributi bilaterali  e multilaterali)

b.      Efficacia degli aiuti – Il processo Roma - Parigi - Accra - Busan

c.      Obbligatorietà vs. liberalità

d.      Gli strumenti innovativi

e.      La fiscalità internazionale


9. La fiscalità interna

a.      Equità fiscale. Corresponsabilità e pagamento delle prestazioni

b.      Anagrafe fiscale

c.      Imposizione diretta e indiretta, corruzione e tracciabilità dei redditi e dei patrimoni

 

10. Finanza interna e internazionale

a.      Nuova architettura finanziaria internazionale.

b.      Trasparenza e tracciabilità. Paradisi fiscali e finanziari.

c.      Legge bancaria nazionale.

d.      Credito cooperativo, banche di prossimità e microcredito.

e.      Borse nazionali e internazionali. Il ruolo della rete.

 

11. Commercio internazionale

a.      Ruolo delle esportazioni

b.      WTO e Doha Round

 

12. FDI

a.     Creazione di ambienti favorevoli agli investimenti (agevolazioni fiscali, istruzione e formazione, nuovi investimenti e delocalizzazione).

b.     Sviluppo legislazione e controlli istituzionali

c.     Strumenti di tutela assicurativa

 

13. Mercati finanziari

a.      Ambienti favorevoli agli investimenti

b.      Sviluppo mercato borsistico e finanziario (legislazione, creazione istituzioni)

 

14. Rimesse

a.      Dimensioni, provenienza e destinazione

b.      Controllo e finanziamento black and grey list

c.      Progetti per ‘emersione’ concentrazione e utilizzo sociale

 

IV Modulo – La governance internazionale e le prospettive

 

15. Governance internazionale. Le crisi e le sfide

a.     La crisi finanziaria ed economica

b.     La crisi alimentare

c.     La crisi ambientale

d.     Strumenti istituzionali per la governance (ONU, G20, Istituzioni regionali, architettura finanziaria…)


Alcuni casi di buone pratiche

Analisi di documenti di programmazione politica nazionale.

Politica e sviluppo. Per un’idea di Giustizia

 


A cura di: Riccardo Moro - 04-Maggio-2012